Lug 052018
 

Massimo Porcelli, socio dell’Ezzelino Fotoclub, espone le sue immagini “Storie svelate” presso lo spazio espositivo della Galleria Browning di Asolo.

L’esposizione, già proposta in precedenza a Castelfranco, Villa Emo di Vedelago e nello spazio espositivo Arte Spazio Tempo nel cuore del ghetto ebraico di Venezia,  rimarrà aperta per tutto il mese di luglio.

Complimenti a Massimo.

 

Giu 112018
 

Con soddisfazione segnaliamo che il Giornale di Vicenza parla di una iniziativa nella quale il nostro fotoclub, tramite i soci Antonio Bordin e Marco Simonetto, dimostra il suo impegno nella promozione della fotografia in ambito locale. Infatti Antonio e Marco hanno promosso e seguito l’evoluzione di un’attività che ha visto impegnate alcune classi della Scuola PrimariaG.Merlo” di Valrovina di Bassano del Grappa, che partendo da un breve corso di fotografia per gli studenti si è conclusa con l’inclusione della ricerca degli alunni nelle mostre e nelle pubblicazioni di “La famiglia in Italia”, importante iniziativa della Fiaf che ha visto la partecipazione di oltre 700 fotografi italiani. Sicuramente una bella soddisfazione per la direzione della scuola ed i docenti che hanno visto in questa iniziativa un modo per espandere la cultura dei giovani studenti ed anche per Antonio e Marco cui vanno i nostri complimenti.

Feb 042018
 

fiafers_logo_320x320Leggi l’articolo di Fotoit su FIAFERS

All’interno di Fotoit di febbraio Attilio Lauria parla di FIAFERS, il progetto avviato lo scorso novembre al convegno di lavoro di Bibbiena, che ho da subito cercato di far conoscere ritenendolo uno strumento di confronto e condivisione semplice, veloce ed immediato.

Mi ha fatto un enorme piacere vedere che tre delle sei foto recensite sono di autori veneti.

Nel suo articolo Attilio, parlando di “temperie culturali”, cita la storica disputa Gondola/Bussola e non posso non prendere atto che dopo tanti anni sia ancora lo storico Circolo Fotografico La Gondola di Venezia a rendersi attore di un cambiamento con una foto del suo socio Marzio Filippo Minorello che documenta proprio un cambiamento nei rapporti sociali.

Un mondo di corsa, indefinito e sfocato scappa indifferente davanti ad una pubblicità perfetta nella foto di Patrizia Sonato che attira l’attenzione dell’utente social, un soggetto frettoloso per definizione.

Ora sono certo che si scateneranno le critiche di coloro che stanno ancora cercando le differenze tra analogico e digitale e che diranno “ma questa non è fotografia”, senza pensare che con questo strumento una stessa immagine può velocemente emozionare un numero infinito di persone in ogni parte del mondo. Instagram è sicuramente uno strumento giovane, ma Patrizia, Marzio e Gianni che l’adolescenza l’hanno passata da qualche anno ci dimostrano che FIAFERS è una comunità senza tempo e senza confini.

Mi piace pensare a una fotografia che fa tesoro del passato e vive il presente pensando al futuro, come ci dimostra Gianni Mazzon con una foto d’altri tempi che non fa fatica a ricavarsi il suo spazio in un social.

Ma questo è solo l’inizio, quindi avanti con gli hashtag #fiafers e #u29 per i più giovani che sono molte le idee che il dipartimento Social sta pensando per noi.

 

Samuele Boldrin AFI EFIAP

Delegato Regionale FIAF Veneto

 

Leggi l’articolo di Fotoit su FIAFERS

 

Ott 032017
 

gustavo millozzi ritrattoCari Amici,
ritenendo farvi cosa gradita faccio avere, come di consueto, la nuova Rassegna Stampa di argomenti fotografici (anno 10° n.9, Settembre 2017).
Come vedete questa mia Rassegna, continua a raggiungervi e mi auguro che sia ancora di vostro gradimento e che continuiate pertanto a seguirla, cosa che è per me di grande soddisfazione ed il più bel riscontro per il tempo e lavoro profuso per la sua realizzazione. Colgo anche l’occasione per invitarvi nuovamente a voler con frequenza visitare il sito http://www.fotopadova.org (anche nell’ultimo mese aggiornato con nuovi articoli) che accoglie – ed è auspicata pure una vostra collaborazione – saggi, recensioni e scritti originali di varia cultura fotografica. Devo ringraziare i nostri opinionisti che vi collaborano (se ne sono aggiunti negli ultimi mesi di nuovi ed altri già hanno preannunciato il loro disinteressato contributo) ed assieme a loro mi auguro che tanti altri di voi se ne aggiungano.
Con i più cordiali saluti

Gustavo Millozzi

rassegna-stampa-n.09-2017-